[ Salta i menù e i servizi e vai direttamente ai contenuti ]

[ Salta al Menù orizzontale ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi:
Menù orizzontale [1];
Lingua [2];
Ricerca [3];
Menù di navigazione[4];
Contenuti;

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Lingua ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Ricerca ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

Leggi il contenuto

Consigliere Piergiorgio Massidda

Foto del Consigliere Piergiorgio Massidda Massidda Presidente

Piergiorgio Massidda (Cagliari, 30 maggio 1956)
politico, deputato e senatore, esponente del Popolo della Libertà.

Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli studi di Sassari nel 1983 e specializzato in Fisiatria all’Università degli studi di Cagliari nel 1986. Specialista in fisiokinesiterapia. Ha fondato il reparto di fisioterapia e medicina estetica delle terme di Sardara, di cui è stato responsabile dal 1986 al 1990 e ha esercitato per diversi anni nel centro di medicina estetica MedEst di Cagliari. Titolare del centro di fisioterapia e riabilitazione Fisiomedical S.r.l. di Monserrato dal 1989.

Il percorso politico
Consigliere comunale di Monserrato per il Partito Repubblicano Italiano;
(1982-1984) Segretario della Federazione Giovanile Repubblicana, di cui è diventato dirigente (1980-1984);
(1988-1989) Segretario dell'Unione comunale di Cagliari del PRI;
(1994-2006) Deputato alla Camera XII,XIII e XIV Legislatura.

Nel 1994 è tra i fondatori del movimento politico Forza Italia, di cui diventa primo Coordinatore Provinciale di Cagliari (1996-1999) e Coordinatore Regionale (2004-2008), attualmente è tra i 90 fondatori del Popolo della Libertà.

dal 2006 è Senatore della Repubblica XV, XVI Legislatura.

Nella primavera del 2010 si presenta alle elezioni per il rinnovo del Presidente e del Consiglio Provinciale di Cagliari con la coalizione “Massidda Presidente” raggiungendo le quasi 20000 preferenze. La coalizione è formata da Forza Paris, dalla Democrazia Cristiana, della Lega Nord Sardegna, dalla lista Massidda Presidente, dalla Fiamma Tricolore e dal Movimento Sociale.

dal Maggio 2010 Consigliere nel Consiglio Provinciale di Cagliari.

L'attività parlamentare
Parlamentare da 5 legislature (3 alla Camera e 2 al Senato).
Sia alla Camera che al Senato ha lavorato principalmente nella Commissione Affari Sociali e Sanità di cui è stato Vice Presidente nella XIII legislatura, la Commissione parlamentare di inchiesta sull'Efficacia e l'Efficienza del Servizio Sanitario Nazionale, Vice presidente nella XV legislatura e la Commissione parlamentare per l’infanzia. Nel 2006, pur essendo eletto nelle liste di Forza Italia è stato scelto dal presidente Schifani, da Vice Presidente, per contribuire alla formazione del gruppo D.C.-P.R.I.-Indipendenti-Movimento per l'Autonomia.

Sul versante sociale
Nel 2002 presenta un emendamento, approvato dopo brevissima discussione (art. 52 c. 23 della Legge 289/2002), che estende l’obbligo di contribuzione all’ONAOSI (Opera Nazionale per l’Assistenza agli Orfani dei Sanitari Italiani), a tutti i medici italiani. Il contributo era prima obbligatorio per i soli medici dipendenti degli Enti pubblici.
Nel 2006 presenta il Ddl 456 (Norme per assicurare il servizio sanitario negli stabilimenti penitenziari)che vuole rispondere anche ad una esigenza di giustizia e di solidarietà umana nei confronti di quanti, oltre ad essere privati della libertà personale, sono sottoposti non di rado a privazioni e sacrifici e per i quali "il semplice rischio o la perdita della salute sono una iniqua ed inammissibile pena aggiuntiva".
Ddl 446 (Disciplina in materia di cumulo tra redditi di lavoro e di pensione e di finanziamento della protezione sociale per anziani non autosufficienti) che vuole rispondere ai problemi legati alla esclusione sociale delle persone più avanti nell’età ed alla conseguente ricaduta sulla loro salute, e offrire soluzioni per mezzo di politiche volte a garantire a tutti la disponibilità di beni e di servizi essenziali, in particolare quelli riguardanti la tutela della salute.
Ddl 442 (Modifiche al codice penale e disposizioni per la lotta alla pedofilia) vuole introdurre pene accessorie che vietino al condannato di tornare a vivere nei luoghi ove risiede la vittima, l’inasprimento delle sanzioni già previste dal codice penale, nonché la modificazione delle norme che prevedono la liberazione anticipata e la liberazione condizionale.

Per la Sardegna
Ddl 442 in cui si propone la costituzione di due differenti circoscrizioni elettorali, una per la Sardegna e una per la Sicilia nelll’elezione dei membri del Parlamento europeo.
Ddl 449 che riguarda fenomeno drammatico dei sequestri di persona che interessa alcune regioni italiane, e in particolare la Sardegna e la Calabria, non adeguatamente contrastato e punito dalla normativa vigente. Per tale motivo si sono volute introdurre alcune modifiche normative dirette a migliorare la deterrenza nei confronti di questo odioso delitto e a non penalizzare le famiglie dei sequestrati con l’indiscriminato e automatico congelamento dei beni.
Ddl 451 per lo sviluppo delle isole minori che vuole definire una politica organica di interventi per tutelare adeguatamente un patrimonio culturale ed ambientale di rilevante interesse nazionale ed internazionale che, senza le misure previste dalla presente proposta, finirebbe per avviarsi verso un declino grave e probabilmente irreparabile.

Per i malati
Il Sen. Massidda si è impegnato per la tutela ed il sostegno dei malati di Alzheimer (ddl 437), dei malati cronici e invalidi (ddl 441), dei trombofiliaci (ddl 445), dei pazienti anziani incontinenti e stomizzati (ddl 440) e soprattutto dei talassemici (ddl 461). Impegnandosi in particolare per tutte quelle cure rivolte al benessere della persona, oltre che alla guarigione della malattia, come le cure palliative domiciliari per i pazienti terminali di cancro (ddl 453), le medicine non convenzionali (447) e la fitoterapia (ddl 459).

[ Torna all'inizio della pagina ]